Come fare la Pizza

Come fare la pizza perfetta in casa?

La pizza è indubbiamente la nostra bandiera ‘gastronomica’ nel mondo. Non c’è angolo del pianeta dove non si trovi una pizzeria. Ogni paese la reinventa con il proprio tocco personale (l’ultima tendenza è la terribile pizza con i kiwi che è riuscita a sconvolgerci addirittura più di quella con l’ananas) ma la vera pizza nasce a Napoli e precisamente per omaggiare la Regina Margherita. Da qui il nome della pizza più famosa e diffusa al mondo che, nella variante con le acciughe, diventa la pizza napoletana.

Insomma, la pizza è indubbiamente un orgoglio nazionale e deciderla di prepararla per una cena con gli amici o semplicemente per la nostra famiglia, ci carica di ‘responsabilità’.  Insomma, il piatto nazionale deve essere un successo, scaldare il cuore dei commensali con il formaggio fondente e la fragranza dell’impasto.

Non sempre però i risultati sono al pari delle aspettative. Sarà capitato anche a voi di tentare di preparare la pizza in casa e ottenere una focaccia dal gusto decisamente diverso da quello della pizzeria.

Indubbiamente il forno a legna a disposizione delle pizzerie è in grado di dare il tocco in più ma se la vostra pizza non era all’altezza delle vostre aspirazioni, il motivo è probabilmente un altro.

Come fare la pizza in casa: gli ingredienti per prepararla con uova, olio, sale e matterello per la stesura

Innanzitutto la scelta degli ingredienti per la farcitura. Devono essere freschissimi e di qualità. Una mozzarella gommosa rovinerebbe anche il più fragrante degli impasti. Idem una passata di pomodoro non abbastanza maturo.

Tuttavia, il problema potrebbe essere ancora più a monte, ovvero, nella ricetta stessa!

Ci sono tante ricette in giro per il web ma ce ne è una in grado di prevenire tutti gli errori più comuni che si commettono durante la fase di preparazione della lista.

Si tratta della ricetta del blog Sagicot, che vi segue in ogni fase della preparazione indicando i ‘trucchi’ per ottenere una pizza come quella della pizzeria.

Già dalla lista degli ingredienti si capisce che è una ricetta diversa da molte altre. Non solo indica dettagliatamente la qualità della farina da usare ma anche la quantità di lievito di birra usare a seconda se ci si trovi in inverno ( 12 gr) o in estate (7 gr ). Non solo, alla classica lista di ingredienti (farina, acqua, sale, lievito di birra, olio di oliva, sale), fa aggiungere anche  100 ml di latte.

Dopo la lavorazione, divide la fase di lavorazione in tre parti, con tutte le indicazioni dettagliate per ognuna di esse.

Non è infatti un mistero che quella della lievitazione sia la fase più delicata, quella che decreterà gran parte del successo o meno della vostra pizza. Solo con una lievitazione svolta correttamente la pizza non sarà dura o al contrario gommosa ma fragrante al punto giusto e non vi costringerà ad alzarvi nel cuore della notte per bere una bottiglia intera di acqua fresca!

Dopo la fase della lievitazione la ricetta vi  lascia la scelta della forma della vostra pizza, ovvero, tonda o con la teglia rettangolare. Suggerendo, infine, le possibili farciture con cui sbizzarrirvi. A questo punto toccherà a voi il tocco ‘gourmet’ ma non c’è dubbio che con una pasta ben lievitata, il successo sarà assicurato. A meno che non decidiate di farcirla con l’ananas!

La ricetta? La trovate a questo link: www.sagicot.it/come-fare-la-pizza

Immagine da www.sagicot.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.